Viaggio nel Portogallo attraverso le finestre più belle del paese

http://youmedia.fanpage.it/gallery/ah/59f8b8fae4b08b6e0da5beb1

Annunci

#ioelapausadaunlibro

“Arriva la corte!” Tutti si alzarono in segno di rispetto. Sono un po’ nervosa. Ok, tanto tantissimo nervosa. Mi guardo intorno e vedo le facce di giuria e pubblico. Torvo. Ahia, non cominciamo bene. So già come finirà questa storia.  

L’avvocato della difesa si alza. Lo guardo bene. Mi ricorda qualcuno. Sui 30 anni, alto magro aria dolce e gentile….ma si! Benjamin Malaussene!! Cavolo perchè proprio lui???

Giro la testa verso il MIO di avvocato. Don Abbondio. Versione televisiva del Trio.
……dopo ore e ore di deposizione l’avvocato Malaussene fà finalmente l’arringa finale: “come possiamo, signore e signori della giuria, ignorare la delusione e la disperazione di questi personaggi, che sono stati costretti dall’insaziabile bibliofagia dell’imputata, ad interrompere la loro storia nel bel mezzo dell’atteso finale?”

Silenzio, sospiri e lacrime. Da giuria e pubblico. Il mio avvocato ha iniziato a sorridere in modo ebete.

Il giudice batte il martelletto. La Sentenza. ” Per alti crimini nei confronti di personaggi dei romanzi, obbligo l’imputata a finire TUTTI i libri che inizia!!”

Ma sarà poi una vera punizione??

Storie del ritorno

Prima tornavo in macchina con i miei e ho assistito ad una scena che potrebbe essere benissimo l’inizio di una storia. Una mamma di colore che nel caldo soffocante della sera giocava con la figlia nel cortile del supermercato Eurospin, sotto la luce dei neon accesi all’interno. Il fatto che il supermercato sia nella trafficata Porta Catena me lo ha fatto sembrare adattissimo alle pagine di un libro.