L’istinto dell’automobilista

Premettendo che ho la patente ma non guido (paura degli altri, che passa solo guidando, naturalmente) ho fatto questa riflessione tornando dalla palestra ieri mentre ero in macchina con mio padre.
Ho letto una volta un articolo secondo cui l’istinto di reazione al pianto di un bambino non è innato, ma si attiva nel momento in cui si hanno figli propri. Penso che la stessa cosa accada anche nel caso della patente.
Quando non la si ha i viaggi in macchina sono molto rilassanti, anche se si è nel sedile davanti. Una volta presa non si riesce più a godersi i viaggi (o tragitti) come prima, se si è passeggeri. Si bada costantemente alla velocità che sta’ facendo chi guida, al traffico, ai semafori, ai pedoni, a quello davanti che è lento e quello dietro che ti sta’ attaccato al culo…..
Ho notato che questa cosa capita anche a me, nonostante abbia la patente che trovi su Topolino (come dice il mio ragazzo).
Le riflessioni comunque vengono anche stando in macchina da passeggra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...