La donna che usciva la gente

La privacy è morta. Ormai questo è un dato di fatto. In questo mondo ipertecnologico i nostri dati ormai sono sparsi ovunque. Però almeno agli sportelli degli uffici ci si aspetterebbe che esista aqncora, questa mitica privacy.

In ufficio è stato messo un cartello sulla porta che avvisa di bussare e attendere risposta. Nessuno lo fa oppure bussano ed entrano. e per buona misura stanno anche li ad aspettare, nonostante la persona sia impegnata a parlare al telefono.

Quindi io sono diventata “La donna che usciva la gente”. Quando entrano e stanno li, io gli chiedo di aspettare fuori. Carino vero?

Il nome non è farina del mio sacco, l’ho preso da quì. Grande Maccio Capatonda!

Annunci

I libri per dormire

Ho notato da un po’ che quando mi addormento con la Tv accesa a letto dopo che l’ho spenta non riesco a prendere sonno per un po’. La mia mente malata ha allora escogitato una strategia.
Come tutti sanno adoro leggere, il problema è che quando un libro ti prende vai avanti ad oltranza, vuoi vedere come va a finire e la luce la spegni quasi facendoti violenza.
Questo è controproducente per le mie intenzioni, quindi ecco che si è accesa la lampadina: Libri per dormire.
Ci sono alcuni titoli che per il loro essere grandi classici non hanno il phatos giusto per tenermi li incollata a voler andare avanti. Ho pensato quindi di leggerli con calma, senza fretta prima di addormentarmi.
La lista mentale che sto facendo è la seguente:
– Cesare Pavese “La luna e i falò” (attualmente in lettura)
– I Malavoglia
– Il rosso e il nero
– Morimondo
– I promessi sposi
…e ne aggiungerò altri.
Ovviamente ci sono quelli che sto attualmente leggendo, le riviste e i fumetti con cui sono costantemente indietro…Adoro la vita del lettore!! È sempre piena di scelte, avventure e soddisfazioni!

Gatto sveglia

Finalmente Chicco ha iniziato a partecipare più attivamente alla vita sociale di casa.
Gioca come un indemoniato con palline e cose varie (sul letto come gli è stato aime’ insegnato. Ed è indeciso. Si indeciso su come può starti vicino vicino. Si muove, si sposta, ti lecca, fa le fusa, ti segue se ti sposti….c’è comunque da dire che lo fa solo quando si rende conto che mi sono svegliata.
Per questo motivo (e perché tanto mi sono comunque svegliata) ho deciso di usarlo come sveglia. Mi alzero’ e interagiro’ con lui. Poi vedrò di fare tutte  le mie cose con calma. Staremo a vedere se ne sarò capace….