Prima settimana di lavoro andata. Eh si, l’Ely ha finalmente trovato lavoro, squillino le trombe! Era ora!! 

Il mio ritorno a casa è stato funestato un pomeriggio (lavoro fino alle 17) da piccoli imprevisti casalinghi: la ciambella del water rotta (al mattino era aggiustata e mio padre dice che era già rotta, mah…) e un “ricordino” sicuramente sfuggito a Chicco sia sul tappeto del bagno che in mezzo alla stanza. Risultato? Nel togliermi le scarpe ho definitivamente mandato al creatore la ciambella perchè non mi ero accorta fosse rotta e ovviamente ho pestato la cacca di Chicco perchè non pensavo certo di trovarla li….

Buon inizio lavorativo Ely! La tua casa ti aspetta a braccia aperte! 

Annunci

“Adoro i piani ben riusciti” (Colonnello Annibal Smith, A-Team

Anch’io li adoro e li preparo spesso per quanto riguarda la sveglia mattutina se devo andare da qualche parte,così posso dormire un po’ di più: dalla sveglia puntata prima e ripetuta, alla colazione programmata,i vestiti già pronti…senonchè l’Imprevisto è in agguato. 

Può essere un mal di pancia improvviso, una maglia che non va bene o le scarpe, ma qualcosa capita la maggioranza delle volte. I piani ben riusciti forse richiedono anche un piano di riserva…

Le novitá di Cona (la casa che rende pazzi)

All’ospedale di Cona ci sono delle novità che naturalmente rendono più difficile il transito all’interno.
Stanno cambiando la segnaletica provvisoria con quella definitiva (per il momento solo nel pezzo iniziale del settore 2 da quello che ho visto) e il transito delle persone risulta complicato.
Hanno cambiato l’ingresso (si entra dal bar per il momento, sul lato destro dello stabile) e c’è da prendere un ascensore per salire al piano 1. La gente si guarda intorno persa e un tantino incazzata, una dottoressa mi ha detto che la settimana scorsa è bastato che andasse alle macchinette del caffè per trovare tutto chiuso al ritorno.
È proprio vero, la casa che rende pazzi non delude mai!

Gli eventi che ti caratterizzano

Ci sono eventi nella vita che ti rimangono appiccicati addosso come un’etichetta e temi che non ti lasceranno mai e verranno ricordati nei secoli dei secoli amen.
Chi viene ricordato perché tifa “Italia 90” (evento dell’infanzia) e non se ne libererà più, e chi come me ne ha due all’attivo.
Il primo riguarda una domenica a pranzo fuori con la famiglia. Non ero molto a posto con lo stomaco, quindi non volevo niente di pesante e ho ordinato dei salumi misti. Ci si aspetta il solito piatto con un paio di fette di prosciutto, mortadella, salame. Invece il cameriere si è presentato con un tagliere misto stracolmo di salumi e lardo di colonnata Pata Negra…ci sono rimasta un po’ male… Da allora ogni volta che mi capita di dire che non ho lo stomaco a posto mio zio mi ricorda quell’evento…
Il secondo episodio è recente. Un mesetto circa fa eravamo a cena e mia madre aveva preparato i pomodorini grate’. Io ne mangio uno e il pan grattato mi scivola in gola. Comincio a tossire talmente tanto che mi si chiude la gola e non riesco a respirare.
Finalmente si calma e riesco a tirare il fiato per un po’. Ma ormai la gola si è irritata e riprendo a tossire fino a che mi vengono anche dei conati e….vomito la cena direttamente seduta a tavola.
Il mio ragazzo sostiene che rimarrà traumatizzato a vita e non manca mai di ricordarmi “Ma tu hai vomitato a tavola”. Il fatto che sia stato un incidente in conseguenza del quale stavo per morire soffocata sono inutili dettagli….